sabato 11 novembre 2017

Martesana 1999 (4 di 20) Pongo CKC UAN del 95


E finalmente siamo arrivati al "padrone di casa".
Si, perché la Hall of Fame di Via Tofane, simpatica strada pedonale con le acque della Martesana su un lato e un lungo muro sull'altro (questo d'estate, d'inverno era ed è un inferno di nebbia e umidità spaccaossa!), era la HoF di Pongo, che ci portava a dipingere amici, compagni di crews e opsiti di passaggio.
Per questo ci avete visto Drop, Rae e Shad e ci vedrete altri ancora.
Il muro comincia ad allontanarsi dal terrapieno della ferrovia, per seguire il corso del Naviglio in direzione di Rimembranze di Greco e la Cassina de' Pomm.
Siamo sempre nella romantica passeggiata fatta da Secse nel gennaio del 1999, con un caldo tramonto verso ovest, che sarebbe stato bellissimo con, non so, una valle, delle montagne, un fiume, una prateria. Ma con un muro pezzato non è il massimo, perché i colori all'ombra si spengono un po'.
Per fortuna Pongo, all'epoca della pezzata che vedete, del 1995, ne aveva usati di luminosi (verde menta, arancio, giallo, lilla e viola) se no non si vedeva più niente.
Outline blu scuro per non far staccare troppo le lettere e un overline bianco, di quelli deprecati da Shad proprio mentre stava facendo il pezzo a fianco, tutti a definire le lettere che stava sviluppando in quel periodo, con caratteri ben leggibili nonostante il trattamento bars&arrows. Il risultato erano questi blocconi circa rettangolari, dove solo rari pezzi uscivano dai confini orizzontali superiori e inferiori.
A me ricordavano le fibbie da cintura con i nomi in metallo, quelle che usavano tutti i b-boys, ma dopo un trattamento customizzato a base di cesoie, fresatrici, mole e saldatrici.

Nessun commento:

Posta un commento